Il liquido delle ferite, noto in termini medici come "essudazione", è una caratteristica della fase acuta della guarigione della ferita. Tale liquido deriva dai vasi sanguigni e linfatici, porta via i detriti cellulari e i batteri, e costituisce un ambiente propizio per il sistema immunitario.

Quando una ferita essuda, è buono o cattivo segno?

Fondamentalmente, tali secrezioni da una ferita sono buon segno. Ma una secrezione troppo abbondante può ammorbidire i bordi della ferita e metterne in pericolo la guarigione, oltre a fornire un ambiente nutritivo per i microorganismi. È quindi importante assorbire l'essudazione in eccesso senza prosciugare la ferita. Per gestire l'umidità della ferita è utile affidarsi a dei cerotti particolari fatti di idrocolloidi e alginati.

 

Consultare un medico

Casi da sottoporre a un medico: le punture (soprattutto in presenza di corpi estranei), i graffi e i morsi di animali, le ustioni estese e le ferite con forte sanguinamento devono essere curate da un medico.